Cinemi e Cinema, il cortometraggio conquista Festa Pesaro

Buon successo di pubblico per la prima serata di Cinemi e Cinema, rassegna di cortometraggi con la quale la settima arte fa il suo ingresso all’interno di Festa Pesaro nello spazio del Cortile di Palazzo Ricci.

Dopo una breve introduzione Cristian Della Chiara, coordinatore organizzativo del Pesaro Film Festival, ha presentato questi due giorni come il brindisi d’inizio dei festeggiamenti che culmineranno nel giugno prossimo nella cinquantesima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

Si è passati quindi alla visione delle opere dei quattro giovani registi, prodotto di un lavoro di ricerca profondo che si evidenzia nei riconoscimenti nazionali ed internazionali ricevuti, a dimostrazione che il talento non è figlio dell’estemporaneità.


Quattro opere differenti tra loro per toni e scelte espressive. Si va dall’intensa staticità delle immagini e dai silenzi densi di dolore della madre-non-madre di Anna Gigante in Linea nigra, al drammatico incontro con il male assoluto che inghiotte tre giovani vite e distrugge per sempre l’esistenza di Marco in Prima della pioggia di Nicola Sorcinelli, dalla solare positività di Gamba trista, protagonista in sedia a rotelle dell’animazione di Francesco Filippi, alla delicatezza ed alla ironica dolcezza di Matilde, bambina vispa e sorda al centro del corto di Vito Palmieri.

Quattro giovani registi, quattro modi diversi di descrivere il mondo e di leggere tra le pieghe dell’animo umano, quattro differenti poetiche emerse nella chiacchierata con Giorgio Bramante Donnini, seguita alla proiezione. Oggi si replica con quattro nuovi cortometraggi nella seconda e ultima parte della rassegna.