A Fano piace il protocollo sulla Sanità con Ceriscioli

Una bella soddisfazione vedere circa 250 persone all'incontro pubblico col Presidente Luca Ceriscioli per approfondire il Protocollo sulla Sanità firmato tra la Regione Marche e il Comune di Fano. E’ la dimostrazione di quanto i cittadini abbiano a cuore il tema della salute e sentano il bisogno di essere informati sul futuro della riorganizzazione dei servizi sanitari, oggi sempre più complessa.

Il documento è un punto di svolta per la città di Fano poiché assicura che l’ospedale Santa Croce rimarrà aperto, anche quando entrerà in funzione il nuovo presidio ospedaliero di 2° livello a Muraglia che rappresenterà, per tutta la Provincia di Pesaro e Urbino, un’eccellenza pari a quella che oggi, nelle Marche, offre soltanto Torrette di Ancona. Da qui il titolo dell’incontro: una sanità di qualità vicina al cittadino, oggi e domani. 

Il Protocollo, distribuito ai partecipanti dell’assemblea, è stato illustrato dal Segretario Ignazio Pucci, dal Capogruppo Alberto Bacchiocchi, dal Vice Presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi. L’iniziativa è stata presentata dal Presidente del Consiglio comunale Rosetta Fulvi e ha visto intervenire anche il Sindaco Massimo Seri.

L’accordo prevede anche 20 milioni di euro al Comune di Fano per realizzare le infrastrutture viarie in direzione Pesaro, una Residenza Sanitaria Assistita di 80 posti letto (mai esistiti nella nostra città), una clinica privata convenzionata a Chiaruccia, complementare alla sanità pubblica per recuperare la mobilità passiva data da coloro che si curano fuori regione. Inoltre, il Protocollo consentirà anche l’avvio del progetto CIVES con alloggi di housing sociale a Gimarra e una piscina moderna e funzionale a disposizione della comunità che la aspetta da tanti anni.

Interventi di grande rilievo che in pochi anni daranno un volto nuovo a questo territorio con risposte importanti ai cittadini in termini di qualità della vita, non solo per la tutela della salute, ma anche per l’economia e la socialità. Risultati che sono frutto di un lavoro serio del nostro partito, del nostro gruppo in Consiglio comunale e del nostro rappresentante in Consiglio regionale Minardi che ha svolto con tenacia ed equilibrio un ruolo fondamentale, insieme al Presidente Ceriscioli, per tutelare le esigenze di Fano in un quadro regionale.