Parte Festa Pesaro, taglio del nastro con il ministro Kyenge


© ph Luca Toni

Sulle note di Bruce Springsteen si è aperta ufficialmente Festa Pesaro, la kermesse del Partito Democratico che quest’anno è Festa Nazionale della Comunicazione.

Sarà il luogo in cui mettere in mostra “il partito che vogliamo, un partito coraggioso,accogliente e aperto, che intende confrontarsi con la gente” ha evidenziato Giovanni Gostoli, segretario organizzativo provinciale che nel suo discorso ha ricordato il sen. Giorgio De Sabbata, partigiano e sindaco di Pesaro, recentemente scomparso, a cui il partito ha inteso dedicare la festa.


© ph Luca Toni
Una festa che parte fra memoria e rispetto della diversità, due aspetti ripresi da Matteo Cinalli, segretario provinciale dei Giovani Democratici, che ha sottolineato come l’impegno trasversale dei giovani del partito all'interno della festa sia un segnale di speranza per il futuro e che ha richiesto maggiore attenzione a scuola e cultura, fondamentali per la ripresa del paese.


© ph Luca Toni
Il luogo del confronto civile ha definito la festa Daniela Vimini, segretario comunale , che ha invitato tutti a partecipare perché con la partecipazione e il confronto è possibile migliorare la realtà che ci circonda e la politica.Poi spazio al ministro Cécile Kyenge, intervistata dalla giornalista Maria Latella, attesa da un pubblico numeroso e caloroso, tra il quale era presente  anche una rappresentanza dell’Associazione provinciale della comunità nigeriana, che conta circa duecento persone, con il Presidente Onyemah Frankline, orgogliosi e felici di essere rappresentati da questo ministro.

Redazione Web Festa Pesaro

Immagini © ph.LucaToni