L'8 marzo dedicato alle bambine #festadelladonna

"Ogni anno sempre più iniziative” - afferma il segretario provinciale Giovanni Gostoli spiegando l’impegno del Pd provinciale per la Giornata internazionale della Donna. “Dopo molti anni siamo tornati fare un vero calendario di incontri nel territorio provinciale che affiancheranno le tante iniziative istituzionali promosse dalle amministratrici Pd.  Sono molto orgoglioso quando l’idea e la volontà di impegnarsi su una questione importante si trasforma in azioni concrete". E non solo l'8 marzo, ma per tutto il mese di marzo "per non sovrapporre gli incontri promossi dai circoli del Pd a quelle istituzionali".

“Auguri e figlie femmine!”. E’ lo slogan del nuovo manifesto delle donne democratiche della provincia di Pesaro e Urbino che raffigura l'immagine di una bambina che disegna con dei colori. "Negli anni scorsi abbiamo dedicato la giornata delle donne ai temi del lavoro e di recente abbiamo organizzato diversi appuntamenti contro la violenza di genere” – continua Gostoli - Quest'anno vogliamo dedicare l’8 marzo alle bambine. Una società immaginata a misura di bambine è una società più bella e giusta per tutti. L’uguaglianza di genere si realizza anzitutto con un processo culturale da coltivare ogni giorno, fin da piccoli, e per una piena parità serve anche combattere luoghi comuni, stereotipi e retaggi culturali. Ovviamente il messaggio è rivolto più agli uomini che alle donne. Nel tempo che cambia è necessario che anche gli uomini – aggiunge il segretario democrat - attuino un cambiamento nel loro modo di pensare e di rapportarsi alle donne: nella vita quotidiana, nel lavoro, nella corresponsabilità della famiglia e nell’educazione dei figli. Il Pd è il principale partito che ha aperto la strada a un forte protagonismo femminile cambiando così anche la politica".

Le prime iniziative. A Cagli, mercoledì 9 marzo, interverrà l’assessore regionale Manuela Bora all’iniziativa “Insieme si può”, ore 17.30, a Palazzo Moschi Zamperoli. Sabato 12 Marzo a Vallefoglia (ore 16.30, Centro Commerciale 100 Vetrine) sarà inaugurata la mostra fotografica “Cultura e quotidiano femminile” con Palmiro Ucchielli, sindaco di Vallefoglia, Daniela Ciaroni, assessore comunale, Alessandro Mengarelli, organizzatore provinciale Pd, Grazia Giorgiani, assistente sociale, Roberta Baciardi, fotografa e Bruna Andruccioli, scrittrice. “Unite per l’amore di noi donne” è il titolo dell’iniziativa che si terrà a Pesaro lunedi 14 marzo, ore 21 presso la Sala della Provincia “W. Pierangeli” dove interverranno: Alessia Morani, deputata Pd, Simona Giommi, coordinatrice centro anti violenza, Giuliana Ceccarelli, assessore alla crescita di Pesaro, e Giulia Vitali, consigliere comunale e componente della commissione Pari Opportunità della Regione Marche. Invece, la deputata Camilla Fabbri e la vicesegretaria del Pd provinciale Margherita Pedinelli interverranno all’incontro “L’Italia cresce con le donne”, venerdì 18 marzo ore 19, presso Sala “A.Ciscato”, via delle Mura, a Cartoceto. A Sant’Angelo in Vado, sempre venerdì 18, alle ore 21, ci sarà la presentazione del libro “Tu, ottava nota”. Un libro di poesie di Gastone Cappelloni, poeta vadese, dedicato all’universo femminile il cui ricavato della vendita è destinato a progetti di ricerca sull’autismo. Dialogheranno con l’autore l’on. Alessia Morani, la segretaria di circolo Pd Alessandra Ingegni, e la vicesindaca del Comune di Sant’Angelo in Vado Rossi Romina. Sono in definizione altre iniziative, tra cui Montemaggiore al Metauro e Acqualgna. Così come si moltiplicano gli appuntamenti promossi dai circoli sulla nuova Legge di Stabilità con le proposte del Pd per le donne e momenti conviviali tra pranzi e cene. Tutti gli aggiornamenti del calendario sono disponibili del sito ufficiale del Partito democratico provinciale www.pdpu.it.

Unioni Civili, la Senatrice Cirinnà a Fano

Il Partito Democratico di Pesaro e Urbino ha invitato la Senatrice Monica Cirinnà a parlare di "Unioni Civili e Convivenze". L'iniziativa si terrà lunedì 7 marzo alle ore 18 a Fano presso l'ex-chiesa San Leonardo in via Cavour. Interverranno Stefano Marchegiani, Segretario PD Fano, Giovanni Gostoli, Segretario Provinciale PD Pesaro e Urbino, Francesco Comi, Segretario PD Marche e la Senatrice PD Camilla Fabbri.

Congresso dei Giovani Democratici: "E' ora di metterci al passo con l’Europa"

Si è svolto Domenica 21 Febbraio, a Pesaro presso la Casa del Popolo di Muraglia, il congresso dei Giovani Democratici di Pesaro-Urbino.

E’ stato un congresso aperto e l’inizio di un nuovo viaggio per i ragazzi presenti con un obiettivo ambizioso, quello di far ripartire la discussione e l’elaborazione politica tra tutti i ragazzi della provincia che hanno a cuore il bene comune e le istanze delle nuove generazioni, da quelle dei ragazzi delle scuole e degli universitari a quelle di coloro che si sono affacciati al mondo del lavoro.



Passione studio e amicizia le parole più volte pronunciate, prima dell’elezione di Giovanni Monaldi come segretario provinciale e Attilio Montanari come segretario del circolo di Fano.

I Giovani democratici sono l’organizzazione giovanile del Partito Democratico e si riconoscono nei valori della Costituzione e dell’antifascismo, rappresentano uno spazio più ampio e inclusivo di quello del PD e la casa di tutti i ragazzi che si riconoscono nelle varie anime della sinistra, dove le nostre idee hanno valore anche quando discordi da quelle del partito” spiegano i neosegretari.

Il Congresso inoltre è stata l'occasione che ha posto inoltre le basi per far rinascere il circolo di Pesaro per il quale sono previsti una serie di incontri nel pesarese, oltre ad altre iniziative con i ragazzi dell’entroterra.

Presenti per il saluto sono stati per il Partito Democratico il segretario provinciale Giovanni Gostoli che ha annunciato la vicinanza e tutto il sostegno necessario all’organizzazione giovanile, il consigliere regionale Andrea Biancani, il componente della segreteria regionale Cesare Carnaroli, i consiglieri comunali di Fano Sara Cucchiarini e Federico Perini, anche ex segretario del circolo dei Giovani Dem di Fano. Presenti anche Samuele Mascarin per Sel e la presidente di Libera provinciale Marta Cecconi.

Il congresso si è concluso con l’adesione all’appello dell’associazione studentesca Agorà di Urbino “uguali diritti” per l’approvazione del ddl Cirinnà così come scritto. “Surreale il dibattito parlamentare di questi mesi per la nostra generazione”, spiegano i ragazzi, “è ora di metterci al passo con l’Europa e diventare anche noi un paese civile”.

dai Giovani Democratici di Pesaro-Urbino

giovanidemocraticipu.wordpress.com/

Pd, “Lessico femminile” contro la violenza sulle donne

Oltre alle iniziative istituzionali le donne democratiche organizzano tre appuntamenti per celebrare le “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”.

“Lessico Femminile” è il titolo della tre giorni del Partito democratico provinciale con iniziative in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”. Tre incontri al femminile che si aggiungono a quelle istituzionali promosse dalle donne democratiche della provincia di Pesaro e Urbino. Negli ultimi tempi il Parlamento, prima con la Convenzione di Instanbul poi con l’introduzione della legge sul femminicidio, ha approvato due strumenti importanti per contrastare e prevenire la violenza di genere.

“La violenza contro le donne non è un problema femminile, ma una questione maschile” – afferma il segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli - Sono orgoglioso delle iniziative promosse dalle donne democratiche nel partito e nelle istituzioni; purtroppo dobbiamo parlarne ancora oggi, perché un fenomeno ampio e diffuso come ricorda l’Istat. Oltre all’indignazione – aggiunge Gostoli - serve unire le forze per contrastare culturalmente pregiudizi e stereotipi. E’ una battaglia di libertà che deve vedere un nuovo protagonismo non solo delle donne, ma soprattutto degli uomini”.

Fermignano il primo appuntamento, venerdì 27 novembre ore 21 presso il RistoBar Conad, dal titolo “Il valore di essere donna”. Introducono il segretario provinciale democrat, Givoanni Gostoli, e la coordinatrice di zona Pd Alta val Metauro, Monica Scaramucci. All’incontro sono previsti gli interventi delle onorevoli Alessia Morani e Irene Manzi, Daniela Ciaroni, Giorgia Giacanti e Alessandro Betonica. Poi è la volta di Frontonesabato 28 novembre alle ore 18 presso la Sala Consigliare. Dopo l’introduzione di Maria Pia Fratini seguiranno gli interventi di Alice Pavoni, assessore comune Frontone, Sara Mengucci, assessore comune Pesaro e Giuliana Ceccarelli, assessore comune Pesaro, che parleranno di “Come si esprime la violenza”. Infine, domenica 29 novembre a Montecalvo in Foglia nel Montefeltro alle 17.30 ci sarà l’inaugurazione della mostra “Quotidiano femminile”, presso il Circolo Arci di Ca Gallo. E’ prevista la partecipazione di Donatella Paganelli, sindaca di Montecalvo in Foglia, Giovanni Gostoli, segretario provinciale Pd, Grazia Giorgiani, assistente sociale, Daniele Tagliolini, presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, e Alessandro Nardelli, responsabile provinciale welfare Pd.

Alla conferenza stampa di presentazioni erano presenti tante donne, tra cui Donatella Paganelli, sindaca di Montecalvo in Foglia, Daniela Eusepi, componente segreteria provinciale Pd, Maria Pia Fratini, coordinatrice di zona Pd Alto Cesano, Grazia Giorgiani, assistente sociale, Jessica Belpassi e Adele Tangucci.

“Inizia un percorso nuovo: vogliamo creare una rete provinciale di donne impegnate nel Pd e nelle amministrazioni – afferma la coordinatrice Susanna Marcantognini – Essere ancora più vicine all’entroterra. E’ per questa ragione che, dopo l’iniziativa provinciale a Pesaro l’otto marzo scorso, abbiamo scelto di fare tre incontri nelle aree interne. Desidero ringraziare tutte le volontarie di associazioni e le operatrici che sono impegnate quotidianamente in progetti contro la violenza di genere”.

“Oggi nel Pd” – continua Cinzia Scardacchi che è in segreteria provinciale Pd – “si parla di più della questione di genere. Con le iniziative vogliamo dare il messaggio a tutte quelle donne che sono vittima di violenze, non solo fisiche ma anche psicologiche, che è possibile uscire da quella condizione”.

“Il Centro Anti Violenza nella provincia di Pesaro e Urbino funziona bene” – aggiunge la coordinatrice di zona di Urbino e Alto Metauro Monica Scaramucci – “E’ una buona esperienza che le istituzioni devono rafforzare, ma servirebbero più presidi nelle aree interne. C’è tanto bisogno – conclude Monica Scaramucci – di creare un contesto educativo migliore. Oggi più che mai serve una rivoluzione culturale”.

Allegati: 

Pagine