Provincia

Un bagno di folla per il ministro dell'Integrazione Cécile Kyenge


© ph Luca Toni
In un piazzale Collenuccio gremito di persone è stato il ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge a dare il via ufficiale ieri pomeriggio a Festa Pesaro. Un bagno di folla, il suo. Una vera e propria dimostrazione di affetto, che sembra allontanare di anni luce le parole di Calderoli - "quando vedo la Kyenge non posso non pensare ad un orango”, aveva detto l’esponente leghista - e i tanti attacchi di cui il ministro è stata vittima negli ultimi mesi. “Calderoli? Non è nei miei pensieri. Mi ha regalato dei fiori per scusarsi. Li ho portati – commenta ironica – alla Madonna del Buon Consiglio.  Da oltre cento giorni – spiega Kyenge alla giornalista Maria Latella – subisco attacchi perché colpevole di essere nera, di essere donna, nata all’estero, laureata. Colpevole di aver rotto tutti gli stereotipi. Tantissime persone si ritrovano in quello che io rappresento, quindi quando attaccano me, attaccano anche loro. Fare politica vuol dire anche lavorare per i più deboli, proteggere chi ha più bisogno. Preferisco parlare di quello che il Ministero sta facendo per la lotta al razzismo e per migliorare le normative sull’immigrazione”.


© ph Luca Toni
Intanto con una legge europea recepita dal Governo Letta, dal prossimo settembre gli stranieri con permesso di soggiorno avranno l’opportunità di partecipare ai concorsi di lavoro pubblici. Una novità che Kyenge ha così spiegato: “Ci sono norme europee che l’Italia deve attuare indipendentemente dal pensiero del ministro. Le persone, in ogni caso, verranno scelte non perché italiane o straniere, ma perché competenti. Quando lavoravo in ospedale la prima domanda che mi veniva rivolta era se fossi un’infermiera e quando dicevo che ero un medico specializzato in oculistica mi chiedevano se fossi americana. C’è un percorso di sensibilizzazione culturale che va avviato”. E i progetti in ballo sono già tanti. “Con le parti sociali elaboreremo un documento per rafforzare quelle leggi nazionali, come la legge Mancino, che si occupano di discriminazione razziale. Lavoreremo a stretto contatto con le scuole, creeremo nuove opportunità di integrazione per gli immigrati”.


© ph Luca Toni

E il Pd come affronterà le prossime sfide? “Il nostro è un partito ricco di personalità. E’ un grande suk. Per questo le discussioni sul probabile candidato alla segreteria nazionale mi interessano poco. Non ragiono pensando a qualcuno in panchina. Vedo un gruppo che lavora insieme per arrivare allo stesso obiettivo. Chi vincerà le primarie sarà il mio segretario. Mi sono sempre comportata così”.

Redazione web Festa Pesaro
foto © ph Luca Toni

Cinemi e Cinema, il cortometraggio conquista Festa Pesaro

Buon successo di pubblico per la prima serata di Cinemi e Cinema, rassegna di cortometraggi con la quale la settima arte fa il suo ingresso all’interno di Festa Pesaro nello spazio del Cortile di Palazzo Ricci.

Dopo una breve introduzione Cristian Della Chiara, coordinatore organizzativo del Pesaro Film Festival, ha presentato questi due giorni come il brindisi d’inizio dei festeggiamenti che culmineranno nel giugno prossimo nella cinquantesima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

Si è passati quindi alla visione delle opere dei quattro giovani registi, prodotto di un lavoro di ricerca profondo che si evidenzia nei riconoscimenti nazionali ed internazionali ricevuti, a dimostrazione che il talento non è figlio dell’estemporaneità.


Quattro opere differenti tra loro per toni e scelte espressive. Si va dall’intensa staticità delle immagini e dai silenzi densi di dolore della madre-non-madre di Anna Gigante in Linea nigra, al drammatico incontro con il male assoluto che inghiotte tre giovani vite e distrugge per sempre l’esistenza di Marco in Prima della pioggia di Nicola Sorcinelli, dalla solare positività di Gamba trista, protagonista in sedia a rotelle dell’animazione di Francesco Filippi, alla delicatezza ed alla ironica dolcezza di Matilde, bambina vispa e sorda al centro del corto di Vito Palmieri.

Quattro giovani registi, quattro modi diversi di descrivere il mondo e di leggere tra le pieghe dell’animo umano, quattro differenti poetiche emerse nella chiacchierata con Giorgio Bramante Donnini, seguita alla proiezione. Oggi si replica con quattro nuovi cortometraggi nella seconda e ultima parte della rassegna.

Parte Festa Pesaro, taglio del nastro con il ministro Kyenge


© ph Luca Toni

Sulle note di Bruce Springsteen si è aperta ufficialmente Festa Pesaro, la kermesse del Partito Democratico che quest’anno è Festa Nazionale della Comunicazione.

Sarà il luogo in cui mettere in mostra “il partito che vogliamo, un partito coraggioso,accogliente e aperto, che intende confrontarsi con la gente” ha evidenziato Giovanni Gostoli, segretario organizzativo provinciale che nel suo discorso ha ricordato il sen. Giorgio De Sabbata, partigiano e sindaco di Pesaro, recentemente scomparso, a cui il partito ha inteso dedicare la festa.


© ph Luca Toni
Una festa che parte fra memoria e rispetto della diversità, due aspetti ripresi da Matteo Cinalli, segretario provinciale dei Giovani Democratici, che ha sottolineato come l’impegno trasversale dei giovani del partito all'interno della festa sia un segnale di speranza per il futuro e che ha richiesto maggiore attenzione a scuola e cultura, fondamentali per la ripresa del paese.


© ph Luca Toni
Il luogo del confronto civile ha definito la festa Daniela Vimini, segretario comunale , che ha invitato tutti a partecipare perché con la partecipazione e il confronto è possibile migliorare la realtà che ci circonda e la politica.Poi spazio al ministro Cécile Kyenge, intervistata dalla giornalista Maria Latella, attesa da un pubblico numeroso e caloroso, tra il quale era presente  anche una rappresentanza dell’Associazione provinciale della comunità nigeriana, che conta circa duecento persone, con il Presidente Onyemah Frankline, orgogliosi e felici di essere rappresentati da questo ministro.

Redazione Web Festa Pesaro

Immagini © ph.LucaToni

Si inaugura domani 29 agosto #FestaPesaro


Si apre giovedì 29 agosto la kermesse del Partito Democratico, in scena fino all’8 settembre nel centro storico della città. L’inaugurazione, alle 18.45 in piazzale Collenuccio, sarà affidata all’Organizzatore provinciale del Pd Giovanni Gostoli, al segretario comunale del Pd Daniele Vimini e al segretario provinciale dei Giovani Democratici Matteo Cinalli.

Tanti gli appuntamenti inseriti nel programma della manifestazione, che già nel suo giorno d’esordio avrà l’onore di ospitare due big della politica: il ministro dell’Integrazione Cécilie Kyenge, in piazzale Collenuccio alle 19, e il sindaco di Torino, nonché presidente dell’Anci, Piero Fassino, che alle 21, dallo stesso palco, dialogherà con il segretario regionale del Pd Palmiro Ucchielli e la giornalista Paola Benedetta Manca.

Alle 21.30, in piazza del Popolo spazio invece alla musica con il primo dei grandi concerti gratuiti che la kermesse può vantare. I Modena City Ramblers, gruppo folk rock di lunga esperienza che ha inserito Pesaro fra le tappe del suo nuovo tour italiano, porteranno sul palco i brani che più hanno fatto apprezzare la loro musica al grande pubblico e alcuni inediti dell’ultimo lavoro discografico: un doppio cd di 18 tracce intitolato “Niente di nuovo sul fronte occidentale”.

Nella stessa giornata prenderà il via nel cortile di palazzo Ricci la rassegna di cortometraggi “Cinemi e cinema” dedicata ai migliori filmaker del panorama nazionale. Alle 21.15, alla presenza dei registi e di Cristian Della Chiara, saranno proiettati “Linea Nigra” di Anna Gigante, “Gamba Trista” di Francesco Filippi, “Prima della pioggia” di Nicola Sorcinelli e “Matilde” di Vito Palmieri. Il giorno seguente, venerdì 30 agosto, la stessa rassegna avrà invece per protagonisti Alessandro Grande con “Margherita”, Stefano Chiodini con “La casa di Hester”, Giuseppe Marco Albano con “Stand by me” e Henry Secchiaroli con “Mi chiamo Giulia e ho paura”.

Fra gli appuntamenti fissi della festa, il “Mercatino sotto le stelle” in via Pedrotti dalle 18 di ogni sera, il Festival del cibo di strada in piazzale Matteotti dalle 19, il Villaggio latino in largo Aldo Moro, con animazione e cucina etnica dalle 19.30, i giochi della Ludoteca in piazza Olivieri dalle 20.30 e la mostra “Oltre il territorio: Franco Bucci, Massimo Dolcini e Gianni Sassi” allestita nella sale dei Musei Civici e visitabile dalle 16.30 alle 19.30 al prezzo di 3 euro.

Programma fitto anche venerdì 30 agosto. L’area dibattiti in piazzale Collenuccio ospiterà alle 19 Riccardo Luna, autore del libro “Cambiamo tutto!”, e il giornalista Paolo Angeletti, mentre alle 21 si discuterà di politica con la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, il segretario regionale del Pd Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e il presidente della Provincia di Pesaro-Urbino, Matteo Ricci, intervistati dal giornalista Marco Esposito.

Da segnare anche l’ inaugurazione alle 18 presso la Galleria Comunale in via Branca di “μέθεξις (mètexis), mostra a cura di “Celeste Autoproduzioni” con Giorgio Bramante Donini e, successivamente alle 21, la proiezione del film “Uomini contro”di Francesco Rosi nel cortile dei Musei Civici.

Musica ancora in piazza del Popolo alle 21 con i “Bambini dell’Asilo”, la più nota tribute band di Vasco Rossi. Il gruppo, che già nell’edizione 2011 di Festa Pesaro aveva fatto registrare il “pienone”, regalerà al pubblico una grande serata di festa, rispolverando le hit più apprezzate: da “Albachiara” a “Vita spericolata”, passando per “Bollicine” o “Solo siamo noi”. A rendere ancora più speciale l’evento, la presenza sul palco di Claudio “Gallo” Golinelli, il bassista fidato del Blasco.

Facebook Partito Democratico Pesaro e Urbino.
Attivo anche l’account twitter @pdpesarourbino

CINEMIeCINEMA rassegna di cortometraggi



Cortile di Palazzo Ricci ore 21.15 CINEMIeCINEMA rassegna di cortometraggi dei migliori filmaker del panorama nazionale.
Otto cortometraggi, otto giovani registi Italiani che si sono distinti nei più importanti festival internazionali, ospiti a FestaPesaro il 29/30 Agosto!



Alessandro Grande, Anna Gigante, Francesco Filippi, Giuseppe Marco Albano, Henry Secchiaroli, Nicola Sorcinelli, Stefano Chiodini, Vito Palmieri.

Pagine